Il piano di marketing

Gli obiettivi e le strategie di marketing sono inseriti in un documento chiamato piano di marketing. Un piano di marketing turistico è strutturato in due parti principali dedicate all’analisi della situazione esterna ed interna all’impresa; queste due parti sono completate da una parte operativa, che delinea le diverse fasi del marketing e i suoi strumenti. L’analisi della situazione esterna all’impresa considera la situazione socioeconomica e il mercato. L’analisi della situazione interna all’impresa considera le capacità operative e le risorse disponibili. La parte più significativa di un piano di marketing è quella dedicata all’analisi della domanda e della concorrenza, importante per capire l’evoluzione della domanda turistica.

  • L’analisi della domanda si articola in:
  • Identificazione e analisi dei segmenti di mercato;
  • Identificazione dei bisogni e delle esigenze di ciascuno dei segmenti individuati;
  • Individuazione dell’andamento di ciascun segmento;
  • Identificazione della concorrenza per tipo di segmento;
  • Valutazione della rispondenza dei propri servizi alle esigenze dei mercati obiettivo;
  • Assunzione di decisioni per ciascun segmento.

La conoscenza delle caratteristiche strutturali della concorrenza è fondamentale per valutare sia i punti forti sia i punti deboli dei concorrenti. I principali elementi considerati dal suo studio sono:

  • Numero delle imprese concorrenti;
  • Capacità ricettiva della concorrenza;
  • Segmenti di mercato su cui opera,
  • Quote potenziali di mercato;
  • Quote reali di mercato;
  • Gamma dei servizi offerti;
  • Prezzi praticati;
  • Posizionamento di mercato.

L’analisi della situazione interna ha lo scopo di individuare gli obiettivi che possono essere raggiunti realmente con le risorse di cui dispone l’impresa.

Un aspetto molto importante di quest’analisi è costituito dalla valutazione dei propri punti forti e dei punti deboli.

I punti forti sono elementi positivi che l’impresa deve saper valorizzare e comunicare adeguatamente al mercato.

I punti deboli sono elementi negativi per l’impresa da rimuovere oppure da valorizzare trasformandoli in punti forti. Questi punti deboli possono essere legati alla struttura e alle dotazioni dell’impresa, al comportamento del personale, ecc…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...