Marketing: Eterno conflitto

Call of Duty e Battlefield sono sempre esistiti fianco a fianco, offrendo esperienze diverse, rispettivamente. Questi due titoli si sono sempre dati battaglia per la supremazia delle vendite.

Call of Duty (conosciuta anche come CoD) è una popolare serie di videogiochi del tipo soprattutto in prima persona  pubblicata da Activision Blizzard e sviluppata in rotazione da Infinity Ward, Sledgehammer Games e Treyarch.

Battelfield è una serie di videogiochi di guerra del tipo sparatutto in prima persona sviluppato dalla Digital Illusions Creative Entertaiment e pubblicato dalla Eletronic Arts. 

Le serie prevedono titoli esclusivi per piattaforma Windows,  e per console. I titoli, nonostante prevedano anche una modalità Giocatore Singolo, hanno riscontrato particolare successo nell’essere giocati online, in modalità Multigiocatore. Inizialmente, era per i soli pc con sistema operativo Windows; tuttavia, con l’avvento delle console di ultima generazione dotate di connessione internet, la possibilità è stata estesa anche a Play Station 2, Play Station 3 e Xbox360. 

Battlefield ha continuato a crescere in un ambiente futuristico, mentre Call of Duty è esplosa con titoli del calibro di Call of Duty 4, Modern Warfare 2 e Black Ops che sviluppano in un’ambiente più attuale.

Dopo anni di co-esistenza, le cose sono cambiate. Modern Warfare 3 e Battlefield 3 sono diventati rivali. Le due franchigie sono state ora messi testa a testa con la questione di ‘che è meglio?’ Mentre l’argomento era esistito per un certo tempo e non era mai stato così duro in questi ultimi anni.

Il Marketing ha giocato e continua a giocare, la sua parte. Battlefield 3 è stato direttamente in competizione con Call of Duty. L’obiettivo era quello di spodestrare Call of Duty, un obiettivo che si sarebbe ripetuto più e più volte.

Indipendentemente dalla qualità di gioco, vincere la guerra di marketing per EA sarebbe come realizzare un sogno durato per anni. Il fatto di Call of Duty 4 Remastered è disponibile solo con l’acquisto di una certa edizione di Infinite Warfare(gioco che uscirà nel novembre 2016) suggeriscono una mancanza di fiducia nel prodotto infatti Electronics Arts ha giocato al meglio con il marketing, riuscendoci. 

Mirco Cembolini, Lorenzo Todini.