L’evoluzione del marketing

L’evoluzione del marketing nelle aziende è stata sostanzialmente contrassegnata da quattro distinte fasi, ognuna caratterizzata da un diverso approccio al mercato.

  1. Intorno agli anni ’20. Questa prima fase era caratterizzata dal mancato soddisfacimento dei bisogni di base di gran parte della popolazione. Il successo delle imprese in questa fase appare strettamente collegato alla capacità di produrre a costi sempre più contenuti, essendo decisamente basso il reddito della popolazione. La funzione principale dell’impresa è di produrre in quantità maggiori e a costi sempre più contenuti, per adattarsi a un mercato caratterizzato da una forte domanda potenziale.
    Il marketing in questa fase enfatizza la funzione logistico/distributiva, dato che uno dei problemi maggiori delle imprese è di fare arrivare i prodotti, a prezzi competitivi, sul maggior numero possibile di mercati.
  2. Intorno agli ’50. Questa seconda fase è caratterizzata da una progressiva saturazione dei mercati, determinata dall’intensificarsi della concorrenza, le imprese concentrano, in questa fase, la propria attenzione, oltre che sulla funzione logistica, su quella di vendita, risultando fondamentale, in una situazione di saturazione della domanda e di concorrenza intensa, non solo rendere accessibile il prodotto ma soprattutto persuadere il consumatore all’acquisto. Si moltiplicano, pertanto, gli sforzi promozionali e di vendita: se prima era protagonista la produzione, ora è la vendita la più importante discriminante per il successo dell’impresa, il mezzo per fare profitti.
  3. La terza fase è caratterizzata da un crescente interesse verso le esigenze del consumatore. Intensificare gli sforzi promozionali e di vendita, in presenza di un prodotto che non corrisponde appieno alle esigenze dei potenziali consumatori, a lungo termine non paga: il consumatore insoddisfatto non ripete l’acquisto.
    Il successo dell’impresa dipende, quindi, dalla misura in cui i suoi prodotti soddisfano le esigenze del consumatore. Le imprese cominciano a porre il cliente e il mercato, con i suoi bisogni e le sue esigenze, al centro dell’universo (orientamento al mercato). La funzione di marketing assume un ruolo di primo piano all’interno dell’impresa: produzione e commercializzazione sono modificate in funzione all’evoluzione della domanda.
  4. Intorno agli anni ’80. questa quarta ed ultima fase è caratterizzata da un forte rallentamento dello sviluppo e da una situazione di stagnazione o di recessione della domanda: le imprese devono adesso fare i conti non solo con le esigenze e le aspettative del cliente, ma anche con il rispetto delle esigenze complessive della società.