Anonymous

« Noi siamo Anonymous. Siamo legione. Non perdoniamo. Non dimentichiamo. Aspettateci! »

Anonymous è una forma di attivismo  e un fenomeno di internet che identifica singoli utenti o intere comunità online che agiscono anonimamente,  per perseguire un obiettivo concordato

Il termine viene utilizzato pure come “firma” adottata da gruppi di hacktivists , i quali intraprendono proteste e altre azioni sotto l’appellativo fittizio di “Anonymous“; e più genericamente anche per riferirsi ai sostenitori ed ai seguaci della sottocultura di internet.

Il fenomeno, nato nel 2003, si ispira alla pratica della pubblicazione anonima di immagini e commenti su vvvinternet e più in generale su web. Il concetto, si è sviluppato nella imageboard (canale) di lingua inglese 4chan (è un sito dove gli utenti pubblicano cose in forma anonima) laddove il nickname  “Anonymous” veniva assegnato ai visitatori che commentavano senza identificarsi.

Gli utenti delle imageboard dedicate soprattutto agli anime  e ai manga , cominciarono ad identificare Anonymous con una persona reale. Con il crescere della popolarità delle azioni dei frequentatori di 4chan si diffuse il meme  di un collettivo di individui senza nome, in lotta contro ingiustizie e poteri forti. Anonymous quale fenomeno di Internet , è stato erroneamente associato alla figura degli hacker.

« Chiunque voglia può essere Anonymous e lavorare per una serie di obiettivi vogliamo solo raggiungere qualcosa che crediamo sia importante… »

Anonymous è composto in gran parte da utenti provenienti da diverse imageboard oppure forum, , il gruppo si riunisce sulla rete, attraverso siti quali 4chan, 711chan, canali IRC e Youtube. I social network sono utilizzati per la creazione di gruppi che aiutano le persone a mobilitarsi per le proteste nel mondo reale. Anonymous non ha leader o partiti che lo controllano, si basa sul potere collettivo dei suoi partecipanti che agiscono individualmente in modo che l’effetto della rete sia di beneficio al gruppo.

Gli Anonymous  dopo una serie di controversie, proteste largamente pubblicizzate e attacchi informatici, attuati a partire dalla seconda metà degli anni 2000, gli episodi legati ai membri del gruppo sono diventati sempre più popolari.

Ecco alcuni degli attacchi: Habbo (2007), Progetto Chanology (2008), Operation Didgeridie (2009), Governo dello Zimbabwe (2010), Sony (2011), Vaticano (2012),  Tribunale di Roma (2013), Ku Klux Klan (2014), Expo (2015).

Il simbolo di Anonymous è la maschera del film V per vendetta.