Ci pubbliciziamo o no?

“Che noia… tutta questa pubblicità è veramente una gran noia, cambia canale!”. Molte volte mentre guardiamo la televisione pronunciamo questa fatidica frase in segno di disprezzo nei confronti di quest’ultima. Noi pensiamo che la pubblicità sia una perdita di tempo, una perdita di soldi e che sia pesante. Ma interroghiamoci un attimo; è veramente così?
La pubblicità è un fattore economico fondamentale e per lo stesso
marketing, essenziale.
Quest’ultima da vita a tante cose legate all’economia: i gusti dei consumatori, la
ricerca qualitativa sul mercato, ecc…
Amiamo molto i giocatori delle nostre squadre preferite, ma senza pubblicità degna di nota, quest’ultimi non sarebbero quelli che sono.
La pubblicità è un mezzo di comunicazione importantissimo che avviene anche nei più piccoli gesti quotidiani. “Sai, oggi sono andata alla nuova gelateria del paese, fanno uno yogurt buonissimo”. “Bene me ne andava proprio uno, molto probabilmente ci vado”.
Queste esempi seppur elementari fanno capire che la pubblicità non è una cosa lontana e non ha una forma astratta, al contrario; è concretissima poichè è una forma di
comunicazione.Pubblicità.png

Il messaggio che posso dare è semplice, come per tutte le cose, non ci fermiamo all’apparenza, dentro di se le cose hanno un valore. Non dico che la pubblicità sia la cosa più vicina del mondo o che sia la più fondamentale: solamente è una cosa non lontana e abbastanza importante sia in ambito quotidiano che, soprattutto, in quello economico.
“A me questo spot pubblicitario piace!”.