Marketing personale

Il marketing personale è in pratica l’applicazione della metologia, dei principi, delle tecniche e degli strumenti del marketing alle persone nell’ambito del loro lavoro e delle loro attività professionali. Non tutto l’intero impianto concettuale del marketing può essere applicato ad una persona, ma necessita di alcuni opportuni adattamenti e rimodulazioni. Normalmente personal marketing, self marketing e personal branding sono utilizzati come sinonimi. Altri termini usati sono self-branding e self-positioning. Non esiste, tra i vari autori che si occupano del tema, una visione unica. In realtà, secondo me, esistono delle differenze.

 Il self marketing può essere inteso come l’insieme di tutte quelle attività di comunicazione, on line ed off line, volte a promuovere se stessi nell’ambito della propria professione e carriera lavorativa. 

Il personal branding, invece, riguarda sostanzialmente la propria reputazione personale ed il modo in cui si è vissuti dal proprio mercato di riferimento. 

Il personal marketing, quindi, è il processo attraverso il quale una persona si può posizionare in modo distintivo sul mercato soprattutto nell’ambito della sua professione e carriera lavorativa.  Nel processo del personal marketing si definiscono in passi successivi di analisi:

  1. Chi sono (competenze, conoscenze, personalità)
  2.  Che cosa offro (prestazioni, servizi, know how)
  3. A chi mi rivolgo (clienti, aziende, partner, associazioni, community)
  4.  Perchè dovrebbero preferire me (value proposition).

Dunque il personal marketing rappresenta la parte più strategica, il self marketing la parte più operativa ed il personal branding la risultante delle attività intraprese ed quindi il sistema di misurazione e di valutazione dei risultati.