Quali sono i permessi necessari per vendere online?

L’attività di vendita on line è considerata “business to consumer“.

Ci sono varie cose da fare:

  • La prima cosa da fare è la della richiesta di attribuzione del numero di partita Iva, è attivare il codice di attività 52.61.0 che si riferisce al commercio per corrispondenza; 
  • Si deve poi presentare al Comune la dichiarazione nella quale si deve indicare il settore merceologico di appartenenza prescelto e si deve attestare che si possiedono i requisiti necessari per intraprendere un’attività commerciale;
  • Successivamente bisogna presentare la denuncia di inizio attività alla camera di commercio, se la vendita è contemporaneamente all’ingrosso e al dettaglio, la legge impone di suddividere in due le modalità di vendita;

.
Obbligatorio rispettare la clausola che prevede il diritto di recesso da parte del cliente.
Deve essere presa in considerazione anche la normativa sulla privacy, i consumatori ne devono essere informati e deve essere loro sottoposta la richiesta per l’autorizzazione ed il consenso al trattamento dei dati personali. I prodotti devono essere inviati all’acquirente solo dopo aver ottenuto esplicita richiesta.

Inoltre c’è l’obbligo di emissione del documento in duplice copia con relativa consegna o spedizione da parte del soggetto emittente.