E-commerce: come avere successo?

untitled

L’e-commerce rappresenta una grande opportunità in una situazione di crisi come questa perché gli acquirenti sono alla ricerca della soluzione più conveniente; perché la concorrenza online è ancora modesta – in alcuni settori quasi assente come per esempio per i prodotti alimentari, gli elettrodomestici, ecc.
Perchè l’e-commerce consente di mettere in piedi una organizzazione di vendita anche senza disporre di distributori internazionali.
Ma per avviare un progetto di commercio elettronico è opportuno prima porsi una serie di domande, in particolar modo 4 domande importanti.

1. Da cosa devo partire ?
La prima cosa è formulare in maniera precisa l’obiettivo, ovvero prefissare dei obbiettivi e cercare nei migliori dei modi di raggiungerli.

2.Come progettare un sito che sia visibile dai motori di ricerca?
Progettare e realizzare un sito di e-commerce vuol dire studiare i percorsi che gli utenti devono fare dal momento in cui entrano nel sito al momento in cui ne escono con il carrello pieno di prodotti. Esistono oggi inoltre delle piattaforme tecnologiche evolute che consentono di realizzare delle pagine web che fin da subito si piazzano ai primi posti dei motori di ricerca

3. Sono utili i social network ?
Ci sono casi di aziende che ormai utilizzano i social network sia per promuovere il proprio prodotto che per fare servizio clienti.

Non occorre arrivare a tanto. E’ chiaro però che una presenza opportunamente presidiata dell’azienda all’interno di un social network frequentato dal suo target è ormai indispensabile. Se vendete abbigliamento per giovani – ad esempio – potete sfruttare il potenziale di uno strumento come Facebook. Se vi rivolgete ad aziende e professionisti non potrà mancare un vostro profilo su Linkedin.

4.Come verificare se sto andando bene ?

Il bello del commercio elettronico è che potete facilmente misurare i risultati. Non solo in termini di vendite ma anche – ad esempio – come numero di visitatori, come tasso di abbandono del sito, come percentuale di utenti che ritornano, ecc ecc.
Quindi si possono introdurre dei correttivi – sia da un punto di vista della promozione online, sia da un punto di vista della interfaccia del sito – che possono rapidamente migliorare le performance