Un mio piccolo pensiero sul marketing sportivo

 Il marketing sportivo è una tecnica del marketing che consiste nel pubblicizzare una marca, un prodotto, un evento o un luogo utilizzando come media principale lo sport.     Chi si occupa di questo campo viene chiamato sportmarketer.

Si divide in tre settori principali:

  1. Il primo è la pubblicità di associazioni sportive e di sport come le Olimpiadi, campionati di calcio e leghe sportive;
  2. Il secondo riguarda l’utilizzo di eventi sportivi, squadre sportive e singoli atleti per promuovere i vari prodotti;
  3. Il terzo è la promozione dello sport al pubblico, al fine di aumentare la partecipazione.

Dal mio punto di vista, il fattore che più influenza questo tipo di marketing è: il risultato agonistico, l’andamento di una squadra o di un singolo sportivo, ma lo sport ha un target ampio e diversificato, non affrontabile con i normali parametri.
Nell’ottica del marketing lo sport è qualcosa di molto complesso: è un prodotto da vendere in un mercato enorme su un immenso palcoscenico che oggi è soprattutto quello dei media.

Io penso che l’esempio più classico è la “spettacolarizzazione“, visto che è la tecnica di marketing con il maggior successo. Il fatto di spettacolarizzare un’evento sportivo significa dare un valore aggiunto a tutto ciò, si cerca di fare divertire lo spettatore prima, durante e dopo la manifestazione sportiva e questo risulta fondamentale per far entrare nel cuore di una persona una semplice partita di qualsiasi sport. 

totem_sport_marketing_communication_2