Gli errori più frequenti nel marketing

Molto spesso le imprese hanno indebolito l’immagine del loro marchio con una strategia di marketing sbagliata poiché è molto facile fare un passo falso con conseguente diminuzione delle vendite. Gli errori più comuni sono:

  • Allontanarsi dal prodotto. Prendiamo ad esempio il caso della coca-cola che nel 1971 ha realizzato un video, chiamato “I’d like to teach the world to sing” (“Vorrei insegnare al mondo a cantare”), che ha avuto un successo planetario. Ma nonostante il suo carattere da intrattenimento, questo video non ha aumentato le vendite della compagnia, perché non spingeva gli spettatori a comprare la bibita gassosa. 
  • Avere un messaggio troppo complicato. Se il messaggio di una pubblicità non può essere riassunto in una sola frase il consumatore rischia di non capire l’annuncio.
  • Presentare un messaggio in contrasto con l’offerta. Se il contenuto promozionale non corrisponde al prodotto che si vuole vendere, si attirerà la clientela sbagliata. La delusione sarà grande da entrambe le parti.
  • Ignorare le domande dei clienti. I social network consentono d’identificare rapidamente i desideri dei clienti. Quando si percepisce una domanda e che questa riguarda una certa massa critica, bisogna fare tutto ciò che è nel suo potere per soddisfarla.