La demonizzazione dell’olio di palma

downloadL’olio di palma è utilizzato come alimento dall’uomo da oltre 5.000 anni. L’olio del frutto di palma è costituito per metà da grassi saturi e per metà da grassi insaturi entrambi fondamentali per il buon funzionamento del nostro organismo. Questo olio vegetale è essenzialmente composto da acido palmitico che si ritrova in moltissimi alimenti incluso il latte materno ed ha come principale acido grasso l’acido oleico, caratteristico anche, dell’olio di oliva ma  non contiene colesterolo

allattamento1

nutellaSi trova in quasi tutti i prodotti da forno, nelle merendine, nei biscotti, nei gelati confezionati e nelle creme spalmabili. Insomma, quando mangiamo qualcosa di dolce è probabile che contenga olio di palma. Viene utilizzato per cucinare così tanti prodotti perché così essi risultano più morbidi, friabili e più a lunga conservazione. Inoltre costa poco ed è più produttivo. 

GrissiniPistacchiPepe6

I grassi saturi, presenti nell’olio di palma, sono anche in uova, carni, latte e formaggi. Abusare di questi cibi e poi evitare la merendina con olio di palma non ha senso. Il singolo ingrediente non va demonizzato, ma, come tutti quelli ricchi di grassi, va usato con moderazione all’interno di una dieta equilibrata e di uno stile di vita sano.  

foto_x_articolo.jpg

CoolClips_indu0450Inoltre non ci sono evidenze che l’olio di palma sia cancerogeno in quanto non ci sono dati tossicologici sufficienti. Per di più gli stessi tipi di contaminanti sono presenti dopo i processi di trasformazione industriale anche in altri ingredienti come le margarine, olii vegetali e prodotti da forno. Il problema, quindi, non è solo dell’olio di palma, ma degli agenti che si formano dopo i processi di raffinazione e che sono potenzialmente pericolosi per la salute.

Ultima accusa all’olio di palma è l’inquinamento dell’ambiente, la deforestazione degli habitat degli orango e la loro estinzione e per questo le maggiori case produttrici di olio di palma hanno iniziato ad adottare metodi eco-sostenibili per la felicità di tutti.

Orangutan

Ora passiamo al lato economico di questa faccenda. Dopo le ultime polemiche Plasmon e Colussi hanno tolto l’olio di palma dai loro biscotti, Mulino Bianco ha lanciato la linea“palma free”. Lo stesso cominciano a fare Misura, Tre Marie, Galbusera, Esselunga e Coop. Questa catena di fenomeni è causata dalla lotta alla sopravvivenza che le grandi aziende devono affrontare per rimanere sul mercato e non far diminuire i propri profitti. Questo però porta all’aumentare della paura verso questo alimento anche se non si è certi della veridicità dei fatti e delle fonti. 

Attacchi-di-panico-e1383748291984